Eccellenza artigiana
Arte in filo - Milano facebook

pinterest
PROGETTO "RAFFIN"
LA RETE ARTIGIANA PER LA FILIERA DELLE FIBRE NATURALI

Il Progetto Raffin nasce per sperimentare una filiera corta delle fibre naturali che possa coinvolgere attori diversi e le loro specifiche caratteristiche ed esigenze. Le conoscenze ed il saper fare delle piccole imprese artigiane del settore tessile e dei settori contigui sempre più minacciate da produzioni globalizzate e massificate che inondano la nostra grande distribuzione, i consumatori che acquisiscono consapevolezza del valore non solo monetario dei loro acquisti e delle necessità di consumi più sostenibili e i produttori di materie prime in particolari colture o specie che rischino l’estinzione e siano significativi per il territorio.
Il progetto ha trovato il suo focus nella lana della Pecora Brianzola. La Pecora Brianzola fino al secondo dopoguerra era diffusa in tutta la Brianza, l’alto Lario ed il Varesotto, allevata in nuclei famigliari in piccole greggi per la carne, forniva lana di discreta qualità per piccole produzioni locali; dagli anni cinquanta la tradizione si è persa e l’animale stava scomparendo finché un gruppo di appassionati (www.pecorabrianzola.it) a partire dagli anni ottanta l’ha reintrodotta e continua ad allevarla per passione ma dovendo affrontare il problema rappresentato dalla lana: lungi dall’essere più un valore economico oggi è considerata un rifiuto speciale da dismettere a caro prezzo.
Il Progetto Raffin ha messo in rete una quindicina di artigiani permettendo loro di sperimentare nuovi prodotti con la lana e allo stesso tempo mettendoli in contatto con i consumatori critici del mondo gas (gruppi di acquisto solidale) per studiare insieme nuovi prodotti e oggetti che possano essere realizzati in maniera sostenibile e rendendo più trasparente le dinamiche di prezzo.
 
Il Progetto Raffin - Rete artigiane per la filiera della fibra naturale è stato presentato a valere su Accordo di Programma Asse 5,Convenzione Artigianato 2006 – 2010. Progetti di Filiera o Territoriali per la promozione del Comparto Artigiano, Bando 2009.
Il progetto, promosso da Agrimercati, BIC La Fucina, con il contributo di Regione Lombardia e UnioncamereLombardia - Camere di Commercio Lombarde, e con partner tecnici ArtCo Talent Factory, REA ricerche ecologiche applicate e scRet supporto e connessione Reti Territoriali ha come obiettivi specifici:
  • rendere operativa ed efficace una rete di piccole imprese artigiane del settore tessile e di settori contigui (imbottitura e complementi di arredo) per ricostruire una filiera in cui sia valorizzato l'utilizzo delle fibre naturali;
  • ideare, progettare e prototipare nuovi prodotti innovativi ad un alto tasso di design/innovatività e capaci di penetrare il mercato;
  • far integrare e cooperare le reti artigiane con altre reti di valore strategico per instaurare una collaborazione in snodi chiavi quali acquisizione della materia prima (reti di allevatori/ agricoltori produttori di fibre), ideazione e sviluppo di prodotti (reti di creativi), distribuzione nuovi canali di vendita su aree di domanda qualificata in particolare per quanto riguarda il consumo critico;
  • realizzare una campagna di comunicazione e marketing in cui siano valorizzate le relazioni tra i differenti attori della filiera quali le imprese artigiane, gli allevatori ed i produttori agricoli ed il valore aggiunto derivante dalla salvaguardia delle identità locali e del patrimonio endogeno zootecnico e agricolo e bio-diversità.