Eccellenza artigiana
Arte in filo - Milano facebook

pinterest
I FILI DELLA MEMORIA - gennaio 2011
Spazio Cultura - Ex Ghiacciaia, Bresso (MI)

...Per ricordare le vittime del nazismo, del fascismo e dell’olocausto, con un particolare accento:
cercare di rammentare e celebrare la ricorrenza “al femminile”...
La mostra è stata occasione per ripercorrere  la  giovane vita di un ragazzo, il legame con una donna attraverso le lettere inviate dal campo di prigionia (numero del prigioniero 30275 m. Stammlageriic – Greifswald I. Pomm. Deutschland), la sua forza  d’animo – nonostante le privazioni – e il coraggio che cercava di trasmettere a chi stava a casa, confortato dalla fede  che lo  aiutava  nei momenti difficili:
È stata l’occasione per comprendere i sentimenti e le emozioni di due bambini all’epoca della II Guerra Mondiale...
…Basta un’anima salvata per smentire la fatalità della dannazione. E per questo noi scampati ricordiamo e parliamo e raccontiamo…
(Presentazione di Piero Caleffi a Vincenzo Pappalettera
“Tu passerai per il camino. Vita e morte a Mauthausen”  Mursia)
…Invece, eccomi schiavo, nel 1945, ossessionato dal pensiero che altri ragazzi, vedendo nel futuro un film su Mauthausen, compassioneranno noi deportati, senza sospettare a loro volta che uomini sono sempre in agguato, pronti a trasformare i loro simili in schiavi.
          Bisogna lottare perché ciò non accada più…"
(Da Vincenzo Pappalettera  “Tu passerai per il camino. Vita e morte a Mauthausen”  Mursia)

GRATE (Lidia Miotto)
MATERIALE lana sarda, intreccio Sprang
I prigionieri, nelle carceri, nei rifugi, nella propria casa


IL CORAGGIO (Marina Fornaro)
MATERIALE: canapa, juta e carta
Il coraggio di difendere i propri ideali e sopportare la dura vita del campo di prigionia.
Il coraggio di confortare chi è a casa, andare oltre la disperazione, sperando in un ritorno.
Ricominciare ...Nulla sarà più come prima...


IL MERITO (Marina Fornaro)
MATERIALE: canapa, juta e carta
Il merito di aver contribuito a difendere la libertà.
Il merito di riuscire a sopportare una vita di miseria, fatta di freddo, dolore e fatica.
Consapevole che alcuni tuoi compagni a casa non torneranno.


PER NON DIMENTICARE…
i ricordi...
le privazioni di due bambini…

IL DIARIO DI ANNA FRANK: cuscini, coperta e copriletto tessuti a mano
Materiale: lana brianzola e lana sarda

Coperta e cuscini tessuti a mano; sciarpa lavorata ai ferri, particolari

Oggetti e attrezzi risalenti all'epoca (riferimenti al diario di Anna Frank)
La valigia, il diario....Oggetti di uso quotidiano
NONOSTANTE TUTTO, IO CONTINUO A CREDERE NELL’INFINITA BONTÀ DELL’UOMO.
ANNE FRANK